virus-detectedI computer danno esattamente quello che gli è stato immesso; se futilità immettiamo, futilità otterremo.
Richard Bandler.

 

Me lo fate un favore?
Fatevi un backup. Ma non fatevi il backup sul desktop. Fatelo su un Hard Disk esterno. Avere una cartella chiamata “Qua i miei file sono al sicuro” sul Desktop, equivale a non averla affatto.
È come se aveste il corpo di Pamela Anderson, foste su un isola deserta insieme a Rocco Siffredi e gridaste ai quattro venti “Voglio rimanere vergine fino al matrimonio”.

E fatemi un altro favore: non usate la vostra mail quando navigate per siti. Createvi due/tre email fittizie in cui destinate le mail inutili. Ho una mail dadoiscrizioni su gmail che utilizzo per le varie iscrizioni ai siti internet. In questo modo, anche quando dovesse finire in mano ad un Hacker, non me ne può fregare di meno.
Spesso, trovo gente che mi chiede come mai riceva un sacco di messaggi pubblicitari sulla propria casella mail personale o di lavoro: è semplice, la dai a destra e manca e i siti queste informazioni se le passano.

Adesso però vi spiego, stavo scrivendo questo post su Facebook, poi ho pensato “perché non farne un post per il sito?” e quindi smetto un attimo i panni di grafico e rimetto quelli di informatico per spiegarvi in che modo stare su internet senza brutte sorprese.

Prima vi racconterò una storia.
Quando avevo la Zildtech, un medico di famiglia diventò mia cliente e negli anni, si instaurò un buon rapporto che portò il suddetto medico a chiamarmi ogni qualvolta ne avesse la necessità.

Mi ha chiamato ieri, dicendomi di essere nei guai, perché il suo computer ha subito un attacco e i suoi file sono stati crittografati. Inizialmente, considerato che non mi occupo di informatica da anni, pensavo fosse una di quelle pop up che si aprono che ti invitano a scaricare un software per poter velocizzare il pc, per cui l’ho tranquillizzata, rassicurandola che l’avrei risolta. Ieri sera stesso, vado a prendere questo notebook e la mia serenità nell’affrontare questa cosa, si è trasformata in angoscia. Innanzitutto non era una popup ma effettivamente i file sono stati crittografati, successivamente, grazie ad alcune ricerche su google ho scoperto che i file sono effettivamente crittografati e che l’unico modo per poter far tornare il tutto allo stato precedente è il pagamento di un “riscatto”, motivo per il quale questi tipi di file infetti non si chiamano Malware (software maligno) ma prendono il nome di Ransomware (software che chiede riscatto). Parlando con diversi amici, sembrerebbe che non ci sia soluzione di sorta. Lodovico Mabini, un ingegnere informatico che ebbi modo di conoscere qualche anno fa e che si occupa di sicurezza informatica (tra le altre cose), mi ha dato qualche dritta consapevole del fatto che difficilmente avrebbe funzionato.

Ho installato un antivirus, ho installato un anti Malware, ma dopo quasi 10 ore,  posso affermare, che salvo clamorosi colpi di deretano, non riuscirò a risolvere.

In genere, quando accadono queste cose, i sentimenti dentro di me sono due:
– Delusione. Perché non riuscire in qualcosa non fa piacere, specialmente a me.
– Nervosismo. Perché non è possibile che a causa di un problema del genere, uno perda tutto il suo lavoro.

Per evitare che questa esperienza possa capitare anche a voi, farò un elenco di tutto ciò che dovreste evitare e sopratutto in che modo stare sul web.

  1. Fatevi un backup periodico. 
    Non potete certamente farvi un backup giornaliero, se non con soluzioni particolarmente efficienti (alla Echo Sistemi sono particolarmente esperti sull’argomento, chiamateli per una consulenza, oppure chiedete a me e poi vi guido io…). Però un backup al mese è comunque meglio di niente.
    (appendice) Come si fa un backup:
    – Innanzitutto si fa su un dispositivo esterno, per cui preparate un hard disk esterno o una pen drive consapevoli del fatto che dovrete utilizzarla solo per il backup;
    – Tenete il dispositivo in un cassetto e non tenetelo sempre collegato al pc, in questo modo eviterete eventuali danni;
    – Tenetelo in un posto sicuro, dove è impossibile che possa cadere, urtare altri oggetti e altro.
  2. Tenete i vostri files in maniera organizzata.
    IMG_1306Chi mi conosce sa che sono un casinista. Tuttavia, nei miei computer, ogni cosa è a suo posto. Cartelle ordinate sono fondamentali, per evitare di eliminare file accidentalmente e sopratutto vi danno la possibilità di trovare subito ciò che state cercando. Il desktop non è il posto dove poter tenere tutto. Sulla scrivania reale si, potete gestirla e tenere come volete (vedi la mia…), ma sul desktop sarebbe utile tenere il minimo indispensabile.
  3. Create due partizioni.
    Quando acquistate un computer o quando il tecnico ve lo sta formattando, chiedete (anche se adesso credo sia un’abitudine consolidata) di dividere la memoria del vostro pc in due. L’ideale sarebbe con proporzioni diverse, tipo 30%/70%. In questo modo sulla parte più piccola vanno installati programmi e sistema operativo, sulla seconda vanno salvati i files e i documenti. Questo cosa vi permette? Al momento in cui il vostro sistema operativo dovesse avere qualche problema, potrete formattare soltanto la prima partizione e mantenere intatta la seconda, evitando così il rischio di perdere dei files molto importanti.
  4. Antivirus si o no?
    Si a prescindere. Poi possiamo discutere per ore su quale utilizzare, ma un antivirus comunque va installato. L’ideale, ovviamente, è scegliere antivirus a pagamento, mi rendo conto che 40/50 euro rappresentano un problema, ma perdere migliaia di informazioni, com’è successo alla mia cliente, per questa cifra, è probabilmente una cosa assurda.

In che modo stare nel web

  1. Evitate di navigare in siti poco sicuri.
    Se vi piace guardare la partita in streaming perché la vostra squadra gioca la Champions e non avete abbonamenti alla tv a pagamento, l’ideale sarebbe che vi andaste a mangiare una pizza, ma nel caso in cui non fosse così, collegatevi ai siti facendo molta attenzione: spesso questi siti aprono diverse pagine Pop Up che mandano in esecuzione o scaricano files sul vostro computer che possono far danno al sistema operativo.
  2. Il tuo computer va lento? scarica questo software per dargli il turbo! 
    Si il tuo computer magari non è veloce come quando l’hai comprato, ma non esistono programmi che lo rendono più veloce. Questi sono software che, anzi, renderanno il tuo pc ancora più lento. Spesso sono software che servono a tracciare le tue informazioni, che copiano dati personali come quelli delle carte di credito ecc.
    Quando visualizzi questi banner, fatti un favore, vai avanti per la tua strada e chiudi la finestra. Il discorso si riferisce ai vari tool di rimozione file inutili, tool per la pulizia del pc, tool per la morte in circostanze misteriose del vicino di casa… ecc. Se il tuo computer è lento, chiama un esperto che provvederà a sistemare il tutto.
  3. Non usate Internet Explorer.
    Non so adesso come va, ma Explorer è uno dei browser… no, mi correggo: è il peggior browser in circolazione. Utilizzate Firefox, Chrome o altro. Più veloci, più leggeri, più sicuri e certamente meno pieni di falle di sicurezza come il browser di Microsoft.

Capitolo Apple. 

Questo farà storcere il naso a parecchi, ma se avete un mac e non avete il potenziale informatico di una scimmia ubriaca, non correte alcun pericolo per quanto riguarda i virus. Questo perché quello che i detrattori di Apple chiamano “mondo chiuso” è effettivamente un mondo funzionante, proprio perché chiuso. Se parlate con i detrattori di Apple (che poi è strano, non conosco persone che siano fan di Microsoft, queste sono contro apple, il che, se ci riflettiamo è strano: io non amo le ford, ma non parlo male di loro…comunque…) vi diranno che i files fatti con apple non possono essere passati ad un altro computer, che non c’è office e che non è vero che funzionano così bene.
Mettiamola così: procuratemi un file che non sia in grado di aprire con mac (i file in corel non sono una buona scusa, è Corel che ha smesso di sviluppare per Os e non il contrario), vi invito a visionare Office sul mio mac e sopratutto, vi illustrerò il mondo iWork che contiene software che fanno la stessa cosa di Office con la differenza che lo fanno bene e meglio.
Comunque, non  è mia intenzione convincervi a comprare un mac. Vi  ho solo spiegato il perché preferisco questi dispositivi. Anche perché, comunque anche Apple ha qualche problema e se sfruttati appieno, tutti i sistemi operativi hanno le loro magagne.

La cosa drammatica di questo post è che sembro Salvatore Aranzulla… e non è bello…